Scopri le notizie più recenti

Interventi chirurgici più semplici e sicuri? Presto possibile grazie a speciali sensori stampati in 3D

Interventi chirurgici più semplici e sicuri? Presto sarà possibile grazie a speciali sensori stampati in 3D in grado di garantire registrazione e imaging simultaneo di tessuti e organi durante le operazioni. A sviluppare e sintetizzare i relativi bioinchiostri, con l’obiettivo di creare un materiale ultra-morbido, sottile ed elastico per biosensori in grado di interfacciarsi perfettamente con la superficie degli organi tramite stampa 3D, ci ha pensato una task-force di scienziati del Los Alamos National Laboratory e della Purdue University, come descritto in un report pubblicato su Nature Communications.

“La registrazione e l’imaging simultanei – ha spiegato Chi Hwan Lee, assistente alla Purdue University – potrebbero essere utili durante un intervento chirurgico al cuore per localizzare regioni critiche e guidare interventi chirurgici come una procedura per ripristinare i normali ritmi cardiaci”.

“I materiali in silicone sono liquidi, per cui è molto difficile stampare in 3D senza problemi di cedimento e scorrimento durante la stampa” ha aggiunto, dal canto suo, Kwan-Soo Lee, del gruppo di diagnostica e ingegneria chimica di Los Alamos. “È emozionante aver trovato un modo per creare inchiostri stampati che non presentano alcuna deformazione della forma durante il processo di polimerizzazione” ha proseguito.

I bio-inchiostri sono più morbidi del tessuto, si estendono senza subire la degradazione del sensore e hanno un’adesione naturale affidabile alla superficie bagnata degli organi senza bisogno di ulteriori adesivi.

Notizie

Articoli recenti